• Blog

    La storia di una campana

    La storia della campana. Qual` e` la storia della campana della citta` vecchia di Varsavia.? Passeggiando per la Città Vecchia, vale la pena guardare in tutti i suoi angoli , perché potrebbero celare diversi segreti. Uno di questi luoghi interessanti è senza dubbio Piazza Kanonia, situata sul retro della Chiesa di San Giovanni, la nostra arcicattedrale di Varsavia.

  • Blog

    Il museo del comunismo

    Il museo del comunismo il cui nome e` il museo della vita in PRL cioe’( Repubblica Popolare Polacca). La Reppublica Popolare Polacca, il cui lasso di tempo va dagli anni 1952-1989, fu il nome ufficiale dello stato polacco durante i tempi del comunismo. In realta` non si tratta di un museo narrante la storia del comunismo in Polonia, ma che invece ci possa far viaggiare a ritroso nel tempo e in qualche modo poter “toccare” personalmente quella vita. Gia` entrando viene percepita la sensazione di trovarsi in un altra realta`,di come poteva apparire la vita dei nostri genitori e nonni senza la flat tv, auto elettriche, social media e quant’altro. Si puo` scoprire cos’eranol`acqua chiamata “tubercolosi” e ”la bionda polacca”.  Come poter comunicare senza avere un telefono cellulare o come poteva viaggiare una famiglia di 5 persone in una 126.  In realta` molte di queste cose anche gli oggetti…

  • Blog

    Parco Multimediale delle Fontane

    Il Parco Multimediale delle Fontane e` stato inaugurato nel maggio del 2011. Sorge lungo la riva del fiume Vistola ai piedi di una scarpata con la citta` vecchia.  E’ un complesso di tre bacini da cui funzionano 367 getti d’acqua. Ci sono 295 faretti LED,22 pompe con una potenza totale di 285,5 kW Laser RGB con una potenza di 15 W e un proiettore l’unità di controllo centrale dello Show Music Controller. Le fontane funzionano dai primi di maggio alla fine di settembre. Ogni venerdì e sabato ci sono delle rappresentazioni multimediali con acqua, musica e luci laser creando uno spettacolo mozzafiato. Non c’è da stupirsi che ogni anno li guardino quasi un milione di persone, sia…

  • Blog

    Il signore che ha ricostruito Varsavia

    Cosi ho deciso di intitolare il mio post : „il signore che ha ricostruito Varsavia”. Di chi si tratta? Chi sarebbe questo signore misteriorso?  Dovremmo rendere grazie a questa persona se il centro storico di Varsavia ha potuto riprendere i fasti di un tempo,venendo attualmente riconosciuto ed inserito nella lista del Patrimonio dell`Unesco. Il signore che ha ricostruito Varsavia e` Jan Zachwatowicz, e a lui viene dedicata una statua inaugurata il 4.03 di quest’ anno. Era un architetto, professore alla Facoltà di Architettura del Politechnico di Varsavia, esperto in storia dell’architettura polacca. Nel 1945, Jan Zachwatowicz fu nominato a capo dell` Associazione per la Ricostruzione della Capitale, divenendone anche conservatore generale dei monumenti…

  • Blog

    Pierogi (Pieroghi)

    Ormai e`diventata una tradizione che essendo in Polonia e’ d’obbligo mangiare i pierogi (pieroghi) Ma che cosa sono e qual’e’ la storia di questo piatto che e`considerato indubbiamente una pietanza tradizionale polacca. Seguendo la storia dei pierogi nel mondo, possiamo scoprire che la loro provenienza e’ orientale,overossia cinese.Quelli tradizionali ripieni con cavolo cinese e carne, chiamati “jiaozi” erano gia’ conosciuti nell’antichità.  Si stima che i pierogi fecero la prima apparizione in Polonia intorno al XIII secolo.Ciò non significa però, che il ripieno, circondato da un impasto appiccicoso, non fosse mangiato gia’prima.  Secondo quello che narra la leggenda,fu San Giacinto Odrowąż, un prete polacco a portare la ricetta dall`odierna Ucraina, essendo…

  • Blog

    La signora dello zoo di Varsavia

    „La signora dello zoo di Varsavia” e’ un film che rispecchia la realta’ di una Varsavia durante la guerra e l’ occupazione nazista. Lo zoo stesso ha una storia quasi centenaria, ufficialmente aperto nel 1928, ricoprendo un’aerea di ben 40 ettari. Il giardino zoologico ebbe una storia turbolenta essendo stato duramente colpito durante il conflitto mondiale,come tutta la citta. Venne ricostruito e ricreato e attualmente conta piu’ di 3.500 specie di animali ed è visitato con ammirazione da turisti provenienti da tutto il mondo. Nel suo interno vi si trova un molto posto alquanto insolito – una villa spaziosa e moderna, dove diverse centinaia di persone trovarono la possibilità di vivere durante i periodo più crudele dell’ l’umanità. Negli anni in cui poter dare un bicchiere…

  • Blog,  Cibo,  Cosa vedere

    Cioccolateria “Wedel” di Varsavia

    A Varsavia c`e` un posto molto suggestivo, la cioccolateria “Wedel”, il paradiso per tutti i golosi del mondo.  Siamo nel 1851 quando Karol Wedel apre la prima fabbrica del cioccolato a Varsavia, insieme ad una piccola produzione cioccolatiera. Negli interni raffinati del localino in via Miodowa, Karol Wedel e sua moglie Karolina servono cioccolato da bere ai loro ospiti. Oltre a svariate prelibatezze dolciarie, la cioccolateria Wedel offre anche prodotti salutari, come il malto d’acero, caramelle per la tosse e losanghe alla menta piperita. I prodotti Wedel diventano estremamente popolari tra i residenti della capitale che visitano il localino in massa, desiderosi di assaggiare le varie composizioni di sapori interessanti e…

  • Blog

    Parco Lazienki – Giardnini Reali

    Parco Lazienki, il cui significato vuol dire „bagni”, chiamato anche „Parco dei Bagni Reali.” (Giardnini Reali) E` ex residenza estiva dell`ultimo re polacco Stanislaw August Poniatowski. Oggi luogo preferito sia dai residenti che dai turisti. Si trova a poche fermate d’ autobus dal centro citta`, E` un enorme parco che copre un`area di 80 ettari di superfice ed viene considerato il polmone verde dela capitale`. In`antichita’ fu la riserva di caccia dei duchi di Masovia. Nel 600` Stanisław Lubomirski, un ricco magnate e maresciallo dell`esercito polacco, acquisto` i terreni e nel mezzo al bosco fece costruire un piccolo palazzo, una dimora seicentesca, chiamandolo appunto lazienka-„ossia il bagno”. Perche` proprio il bagno ? In realta` fu uno spa dell`epoca. In una delle stanze vi fece costruire una vasca da bagno nella quale potersi riposare in mezzo alla natura dopo le…

  • Blog,  Cosa vedere

    Museo dei Neon di Varsavia

    Nall`elenco dei 12 migliori musei d`Europa pubblicato dal quotidiano britannico “The Guardian” e` stato inserito anche il Museo dei Neon di Varsavia. Per capire il significato dei neon in Polonia, bisogna tornare a ritroso nel tempo nel periodo del “comunismo”,di una allora Varsavia grigia,triste e perennemente scura. La pubblicità era praticamente inesistente e solo i proprietari dei locali potevano posizionare piccoli segni di illuminazione nelle vetrine dei loro negozi. L’atmosfera del disgelo politico a cavallo tra il 1955 e il 1956 con le nuove normative consentirono l’uso di grandi forme di pubblicità,di cui la decisione delle autorità di illuminare la capitale. Furono queste le ragioni della rigogliosa fioritura delle luminarie al neon nelle strade di Varsavia. In pratica i neon diventarono simbolo…

  • Blog

    Giardino pensile Varsavia -il panorama della citta`

    Giardino pensile -il panorama della citta`. Il giardino pensile della biblioteca, progettatio dall’architetto paesaggista Irena Bajerska. E` stato inaugurato nel giugno del 2002. È uno dei giardini pensili più grandi d’Europa. Copre un’area di oltre 1 ha, con 5.000 m2 di vegetazione. È un luogo di riposo molto popolare per studenti, residenti di Varsavia e turisti. Il suo scenario vieneutilizzato dagli organizzatori di concerti e spettacoli, cinema estivo e giochi cittadini. Dal tetto del giardino pensile ci si gode un bel panorama della citta. Il giardino si compone di due parti: quella superiore (con una superficie di 2.000 m2) e quella inferiore (con una superficie di 15.000 m2), dove le principali…